mercoledì , 26 Giugno 2019
Home | Traduzioni e Testi | Lou Reed e Velvet Underground | The Blue Mask | Testo e Traduzione

The Blue Mask | Testo e Traduzione

THE BLUE MASK

 

They tied his arms behind his back
to teach him how to swim
They put blood in his coffee
and milk in his gin
They stood over the soldier
in the midst of the squalor
There was war in his body
and it caused his brain to holler

Make the sacrifice
mutilate my face
If you need someone to kill
I’m a man without a will
Wash the razor in the rain
let me luxuriate in pain
Please don’t set me free
death means a lot to me

The pain was lean and it made him scream
he knew he was alive
They put a pin through the nipples on his chest
he thought he was a saint
I’ve made love to my mother
killed my father and brother
what am I to do
When a sin goes too far
it’s like a runaway car
it cannot be controlled

Spit upon his face and scream
there’s no Oedipus today
This is no play
you’re thinking you are in
what will you say
Take the blue mask down from my face
and look me in the eye
I get a thrill from punishment
I’ve always been that way

I loathe and despise repentance
you are permanently stained
Your weakness buys indifference
and indiscretion in the streets
Dirty’s what you are
and clean is what you’re not
you deserve to be soundly beat

Make the sacrifice
take it all the way
There’s no “won’t” high enough
to stop this desperate day
Don’t take death away
cut the finger at the joint
Cut the stallion at his mount
and stuff it in his mouth

LA MASCHERA BLU

 

Gli hanno legato le braccia dietro la schiena
per insegnargli a nuotare
gli hanno messo sangue nel caffè
e latte nel gin
in piedi guardavano al soldato
steso per terra in mezzo allo squallore
aveva la guerra nel corpo
e questo gli faceva urlare il cervello

Fate il sacrificio
mutilate il mio viso
se avete bisogno di uccidere qualcuno
sono un uomo che manca di volontà
lavate il rasoio nella pioggia
lasciate che io goda nel dolore
per favore non liberatemi
la morte significa così tanto per me

Il dolore era acuto e l’ha fatto gridare
sapeva di essere vivo
gli hanno messo uno spillo nei capezzoli
credeva di essere un santo
ho fatto l’amore con mia madre
ho ucciso mio padre e mio fratello
cosa devo fare?
quando il peccato si spinge troppo in là
è come una macchina in corsa
non lo si può controllare

Sputagli in faccia e grida
oggi non c’è un Edipo
non è una scena di teatro
quella in cui credi di stare
allora cosa dirai?
toglimi la maschera blu dal viso
e guardami negli occhi
la punizione mi eccita
sono sempre stato cosi

Odio e detesto il pentimento
sei macchiato per sempre
la tua debolezza compra indifferenza
e indiscrezione nelle strade
sporco è quello che sei
e pulito è quel che non sei
meriti di essere picchiato come si deve

Fate il sacrificio
andate fino in fondo
non esiste un “non succederà più” abbastanza potente
per fermare questa giornata disperata
non portatemi via la morte
taglia il dito alla giuntura
castra lo stallone durante la monta
e ficcaglielo nella bocca

.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *