venerdì , 23 Agosto 2019
Home | Traduzioni e Testi | Lou Reed e Velvet Underground | The Black Angel’s Death Song | Testo e Traduzione

The Black Angel’s Death Song | Testo e Traduzione

THE BLACK ANGEL’S DEATH SONG

 

The myriad choices of his fate
Set themselves out upon a plate
For him to choose what had he to loose

Not a ghost bloodied country all covered with sleep
Where the black angel did weep
Not an old city street in the east
gone to choose

And wandering’s brother walked on through the night
with his hair in his face
On a long splintered cut from the knife – of G.T.

The Rally Man’s patter ran on through the dawn
Until we said so long to his skull – shrill yell
Shining brightly red-rimmed and red-lined with the time
Infused with the choice of the mind
On ice skates scraping chunks from the bells

Cut mouth bleeding razor’s forgetting the pain
Antiseptic remains coo goodbye
So you fly to the cozy brown snow of the east
Gone to choose, choose again

Sacrificial’s remains make it hard to forget
Where you come from the stools of your eyes
Serve to realize fame
choose again

And roverman’s refrain of the sacrilege recluse
For the loss of a horse went the bowels and a tail of a rat
Come again, choose to go

And if epiphanies terror reduced you to shame
Have your head bobbed and weaved
Choose a side – to be on

If the stone glances off split didactics in two
Leave the colors of the mouse trails
Don’t scream, try between

If you choose, if you choose, try to loose
For the loss of remain come and start
Start the game
I che che che che
I Che che che ka tak koh choose to choose
Choose to choose, choose to go

LA CANZONE DELLA MORTE DELL’ANGELO NERO

 

Le mille possibilità del suo fato
gli si sono presentate su un piatto
e deve scegliere quello che ha da perdere

Non un paese insanguinato di spettri tutto avvolto nel sonno
dove l’angelo nero piangeva
non la strada di una vecchia città dell’est
andato a scegliere

E il compagno di vagabondaggio ha camminato tutta la notte
coi capelli sul viso lungo
un taglio lungo e profondo fatto dal coltello di G.T.

Le chiacchiere delI’Oratore hanno continuato fino all’alba
finché non dicemmo addio al suo cranio – urlo acuto
Lo splendore abbagliante cerchiato di rosso e di rosso segnato dal tempo
irradiato deliberatamente
su pattini da ghiaccio che raschiano schegge dalle campane

Bocca tagliata dimentica nel dolore
rasoi sanguinanti ricordi antisettici cantano addio
così tu voli verso la bruna neve consolante dell’est
andato a scegliere, scegli un’altra volta

I resti dei sacrifici rendono difficile dimenticare
da dove vieni dal muco dei tuoi occhi
serve per rendersi conto del successo
scegli ancora

Il canto del ladro sul sacrilegio dell’eremita
per la perdita di un cavallo si sono perse viscere nella coda d’un ratto
vieni ancora – scegli di andare

E se il terrore delle epifanie ti ha portato alla vergogna
piega la testa per schivare
scegli da che parte stare

Se la pietra non va a segno si divida la didattica in due
spandi il colore dei sentieri dei topi
non urlare prova tra i due

Se scegli, se scegli, prova a perdere
perché la perdita dei resti vieni a cominciare
comincia il gioco
I Chi-Chi Chi Chi
I Chi Chi Chi Ika Ta Ko scegli di scegliere
scegli di perdere, scegli di andare

.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *