Testi

The Day John Kennedy Died | Testo e Traduzione

THE DAY JOHN KENNEDY DIED

 

I dreamed I was the president
of these United States
I dreamed I replaced ignorance
stupidity and hate
I dreamed the perfect union
and a perfect law, undenied
Most of all I dreamed I forgot
the day John Kennedy died

I dreamed that I could do the job
that others hadn’t done
I dreamed that I was uncorrupt
and fair to everyone
I dreamed I wasn’t gross or base
a criminal on the take
And most of all I dreamed I forgot
the day John Kennedy died

Oh, the day John Kennedy died
Oh, the day John Kennedy died

I remember where I was that day
I was upstate in a bar
The team from the university
was playing football on TV
Then the screen went dead
and the announcer said
“There’s been a tragedy
There’s are unconfirmed reports
the president’s been shot
and he may be dead or dying.”

Talking stopped
someone shouted, “What?”
I ran out to the street
People were gathered
everywhere saying
did you hear what they said on TV
And then a guy in a Porsche with his radio
hit his horn and told us the news
He said “The president’s dead
he was shot twice in the head
in Dallas, and they don’t know by whom.”

I dreamed I was the president
of these United States
I dreamed that I was young and smart
and it was not a waste
I dreamed that there was a point to life
and to the human race
I dreamed that I could somehow
comprehend that someone
shot him in the face

Oh, the day John Kennedy died
Oh, the day John Kennedy died
Oh, the day John Kennedy died
Oh, the day John Kennedy died

IL GIORNO IN CUI MORI’ JOHN KENNEDY

 

Ho sognato che ero il presidente
di questi Stati Uniti
ho sognato di aver sostituito l’ ignoranza
la stupidità e l’odio
ho sognato l ‘unione perfetta
e la legge perfetta, irrefutabile
e più di tutto ho sognato di aver dimenticato
il giorno in cui mori John Kennedy

Ho sognato che riuscivo a fare il lavoro
che gli altri non avevano fatto
ho sognato che non ero corrotto
e che ero giusto con tutti
ho sognato che non ero volgare o indegno
un criminale in fuga
e più di tutto ho sognato di aver dimenticato
il giorno in cui morì John Kennedy

Oh, il giorno in cui morì John Kennedy
oh, il giorno in cui morì John Kennedy

Ricordo dove ero quel giorno
ero in un bar fuori città
una squadra universitaria
giocava a football alla televisione
poi lo schermo si schiarì
e l’annunciatore disse
«C’è stata una tragedia
ci sono giunte notizie non confermate
che hanno sparato al presidente
e che forse è già morto o che sta per morire.»

Le chiacchiere si fermarono
qualcuno gridò «Che cosa?!»
corsi fuori in strada
dappertutto si era radunata della gente
e diceva
avete sentito che cosa hanno detto alla tv?
e poi un uomo in una Porsche con la radio accesa
cominciò a suonare il clacson e ci diede la notizia
disse «Il presidente è morto
gli hanno sparato due volte nella testa
a Dallas, e non sanno chi è stato.»

Ho sognato che ero il presidente
di questi Stati Uniti
ho sognato che ero giovane e brillante
e che tutto ciò non era uno spreco
ho sognato che esiste un punto di svolta
per la vita e la razza umana
ho sognato che potevo in qualche modo
comprendere perché qualcuno
gli avesse potuto sparare in faccia

Oh, il giorno che morì John Kennedy
oh, il giorno in cui morì John Kennedy
oh, il giorno in cui morì John Kennedy
oh, il giorno in cui morì John Kennedy

.

Staff

Lo Staff di LouReed.it è composto da Daniele Federici, fondatore e webmaster, e Paola Pieraccini. Daniele Federici ha collaborato con importanti testate musicali ed è autore del libro "Le canzoni di Lou Reed" edito da Editori Riuniti. Ha avuto con Lou Reed una conoscenza affettuosa e duratura. Paola Pieraccini è un'imprenditrice fiorentina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio