WHO AM I (TRIPITENA’S SONG)/CHI SONO (LA CANZONE DI TRIPITENA)

Sometimes I wonder who am I
the world seeming to pass me by
A younger man now getting old
I have to wonder what the rest of life will hold

I hold a mirror to my face
there are some lines that I could trace
To memories of loving you
the passion that breaks reason in two

I have to think and stop me now
if reminisces make you frown
One thinks of what one hoped to be
and then faces reality

Sometimes I wonder who am I
who made the trees, who made the sky
Who made the storms, who made heartbreak
I wonder how much life I can take

I know I like to dream a lot
and think of other worlds that are not
I hate that I need air to breathe
I’d like to leave this body and be free

I’d like to float like a mystic child
I’d like to kiss an angel on the brow
I’d love to solve the mysteries of life
by cutting someone’s throat or removing their heart

You’d like to see it beat
you’d like to hold your eyes
And though you know I’m dead
you’d like to hold my thighs

If it’s wrong to think on this
to hold the dead past in your fist
Why were we given memories
let us lose our minds and be set free

Some-, sometimes I, I wonder who am I
the world seeming to pass me by
A younger man now getting old
I have to wonder what the rest of life will hold

I wonder
I wonder –

– Ooohhh, who started all this
was God in love and gave a kiss
To someone who later betrayed
and Godless love sent us away

To someone who later betrayed
and Godless love sent us away

A volte mi chiedo chi io sia
il mondo pare voglia seminarmi
il ragazzo di un tempo che ora sta invecchiando
mi domando cosa mi riservi il resto della mia vita

Tengo uno specchio davanti al viso
ci sono delle rughe che posso tracciare indietro
fino ai ricordi del mio amore per te
la passione che spezza in due la ragione

Devo riflettere e fermarmi subito
se i ricordi ti fanno imbronciare
si pensa a ciò che si voleva diventare
ma poi bisogna affrontare la realtà

A volte mi chiedo chi io sia
chi ha creato gli alberi, chi ha creato il cielo
chi ha creato le tempeste, chi ha creato le pene d’amore
mi chiedo quanta vita posso sopportare

So che mi piace molto sognare
e immaginare altri mondi inesistenti
non sopporto il fatto di aver bisogno dell’aria per respirare
vorrei lasciare questo corpo ed essere libero

Svolazzare come un bambino magico
e baciare un angelo in fronte
risolvere il mistero della vita
tagliando la gola a qualcuno e strappandogli il cuore

Ti piacerebbe vederlo battere ancora
ti piacerebbe tenerci fissi gli occhi
e anche se sai che sono morta
ti piacerebbe aggrapparti alle mie cosce

Se è un errore fare questi pensieri
stringere nel pugno il passato ormai morto
perchè mai ci è dato avere ricordi?
perdiamo la testa e così saremo liberi

A volte mi chiedo chi io sia
il mondo pare volermi seminare
un giovanotto che ora sta diventando un vecchio
mi domando cosa possa riservarmi il futuro

Mi domando
Mi domando

Mi chiedo chi ha dato inizio a tutto questo
forse Dio era inamorato e ha baciato
qualcuno che poi l’ha tradito
e l’amore senza Dio ci ha scacciato

A qualcuno che poi l’ha tradito
e l’amore senza Dio ci ha scacciato

Condividi la conoscenza:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

commenti

2 commenti

  1. I make my own this words,and singing with tears in my eyes

  2. “I have to think and stop me now if reminisces make you frown..”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *