FRUSTRATION/FRUSTRAZIONE

Frustration
In my lexicon of hate
I see you with your portraiture
Does he love you?? Does he love you too?

The brush strokes
Kiss your breasts and toes
I cry icicles in my stein
The heartbeats flutter
With an abnormal rhythm

The pain shoots through my body
A sword between my thighs
I wish that I could kill you
But I too love your eyes

You’re feeling less whore but you stimulate
The hatred smolders in your eyes
I’d drop to my knees in a second
To salivate in your thighs

But all I do is fall over
I don’t have the strength I once had
In you and your prickless lover
And his easel in his eyes

I feel the pain creep up my leg
Blood runs from my nose
I puke my guts out at your feet
You’re more man than I
To be dead to have no feeling
To be dry and spermless like a girl

I want so much to hurt you
I want so much to hurt you
I want so much to hurt you
Marry me
I want you as my wife

Spermless like a girl
More man than I
More man than I

Frustration
In my lexicon of hate
You’re feeling less like a whore but you
Stimulate

All I do is fall over
I don’t have the strength I once had
All I do is fall over
I don’t have the strength I once had

I want you so much to hurt you
I want so much to hurt you
I want so much to hurt you
I want you as a wife

Frustration is my lexicon of hate
Frustration is my lexicon of hate
Fru… fru… frustration, my lexicon of hate

I cry icicles
Heartbeats flutter
Abnormal rhythm

I wish that I could kill you
But I too love your eyes
I want you as my wife
I want you as my wife
Spermless like a girl

Lucky in feeling
More man than I
Marry me, marry me, marry me
I want you as a wife
Spermless like a girl
Puking my guts at your feet
More man than I
Fru… fru… fru… frustration
Frustration

Frustrazione
Nel mio vocabolario d’odio
Ti vedo attraverso il tuo ritratto
Ti ama? Ti ama anche lui?

Le pennellate
Baciano il tuo seno e le dita
Piango stalattiti nel mio boccale
I battiti del cuore oscillano
Con un ritmo anomalo

Il dolore invade il mio corpo
Un coltello tra le mie cosce
Vorrei poterti uccidere
Ma anch’io amo i tuoi occhi

Ti senti meno puttana ma provochi
L’odio cova nei tuoi occhi
Cadrei in ginocchio in un secondo
Per sbavare tra le tue cosce

Ma non faccio altro che cadere
Non ho più la forza che avevo un tempo
In te e nel tuo amante senza palle
Con il cavalletto da pittore negli occhi

Sento il dolore che striscia nella gamba
Mi esce del sangue dal naso
Ho vomitato anche l’anima ai tuoi piedi
Sei più uomo di me
Oh esser morto e non soffrire più
Essere arido e senza sperma come una ragazza

Desidero così tanto farti del male
Desidero così tanto farti del male
Desidero così tanto farti del male
Sposami
Ti voglio come moglie

Senza sperma come una ragazza
Più uomo di quanto sia
Più uomo di quanto sia

Frustrazione
Nel mio vocabolario d’odio
Ti senti meno puttana però
Provochi

Non faccio altro che cadere, io
Non ho la forza che avevo un tempo
Non faccio altro che cadere
Non ho la forza che avevo un tempo

Vorrei tanto che ti facessi del male
Vorrei tanto farti del male
Vorrei tanto farti del male
Ti vorrei tanto per moglie

La frustrazione è il mio vocabolario d’odio
La frustrazione è il mio vocabolario d’odio
Fru … fru … frustazione, mio vocabolario d’odio

Piango lacrime di ghiaccio
I battiti del cuore pulsano
Con un ritmo anomalo

Vorrei poterti uccidere
Ma anch’io amo i tuoi occhi
Ti voglio come moglie
Ti voglio come moglie
Senza sperma come una ragazza

Fortunato nei sentimenti
Più uomo di quel che sono
Sposami, sposami, sposami
Ti voglio come moglie
Senza sperma come una ragazza
Vomitando l’anima ai tuoi piedi
Più uomo di me
Fru… fru…fru…frustrazione
Frustrazione

Secondo disco. Frustration è l’esperimento più coraggioso di tutto l’album ed uno dei brani più efficaci. Riff di base coinvolgenti e potenti, droni noise iniziali rimarchevoli Anche l’interpretazione vocale di Lou è superlativa, con alcuni tratti che ricordano alcune inflessioni di opera lirica, quasi a richiamare il dramma lirico composto da Berg. Il contrasto con questa apertura lirica e il successivo ritorno dei riff metal sono qualcosa di assolutamente inedito e irresistibile. Il testo torna indietro al primo atto dell’opera originale di Lulu e qui a parlare sembra il Dr. Schön, l’amante di Lulu e colui che l’ha salvata dalla strada, di fronte alla propria gelosia; ha fatto sì che Lulu sposasse il pittore Dr. Schwarz ma ora non riesce più a fare a meno di Lulu. Egli osserva il ritratto che Schwarz le ha fatto (“ti vedo attraverso il tuo ritratto”), ne segue i contorni (“le pennellate baciano il tuo seno e le dita”) il suo desiderio e la sua rabbia crescono. Il senso di frustrazione si sfoga in immagini di dolore e di violenza e in uno stato confusionale nel quale inveisce “vorrei tanto farti del male” e implora “Sposami”.
Condividi la conoscenza:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *