BATON ROUGE/BATON ROUGE

When I think of you Baton Rouge1
I think of a Mariachi band
I think of sixteen
and a crisp green football field
I think of a girl I never had
When I think of you Baton Rouge
I think of a back seat in a car
Windows are foggy and so are we
as the police asked for our I.D.

So helpless
so helpless
Ooohhh, ooohhh, so helpless
ooohhh, so helpless
Ooohhh, so helpless
so helpless

Well I once had a car
lost it in a divorce
the judge was a woman of course
She said give her the car
and the house and your taste
or else I set the trial date
So now when I think of you Baton Rouge
and the deep southern belles
with their touch
I wonder where love ends
and hate starts to blush
in the fields in the swamps in the rush

In the terra-cotta cobwebs of your mind
when did you start
seeing me as a spider spinning web
Of malicious intent and you as poor, poor me
at the fire at the joint
this disinterred and broken mount
in the bedroom in the house
where we were unmarried

So helpless, so helpless
so helpless
So helpless, so helpless
so helpless

When was I the villain in your heart
putting the brake on your start
you slapped my face and cried and screamed
that’s what marriage came to mean
The bitterest ending of a dream

You wanted children and I did not
was that what it was all about
You might get a laugh
when you hear me shout
you might get a laugh
when you hear me shout I wish I had

So helpless, so helpless
so helpless
So helpless, so helpless
so helpless

Sometimes when I think of Baton Rouge
I see us
with two and a half strapping sons
One and a half flushed daughters
preparing to marry
and two fat grandsons I can barely carry
Daddy, uncle, family
gathered there for grace
a dog in a barbecue pit goes up in space

The dream recedes in the morning
with a bad aftertaste
and I’m back in the big city worn
from the race of the chase what a waste
So thanks for the card
the announcement of child
and I must say you and Sam look great
Your daughter’s gleaming in that –
– white wedding dress with pride
sad to say I could never bring
that to you that wide smile

So I try not to think of Baton Rouge
or of a, of a, of a Mariachi band
Or of sixteen
and a crisp green football field
and the girl
and the girl I never had
So helpless, so helpless
so helpless
So helpless, so helpless
so helpless

Quando penso a te Baton Rouge1
penso ad un gruppo di Mariachi
penso ai sedici anni
e a un campo di footbal dall’erba verde
penso ad una ragazza che non ho mai avuto
Quando penso a te Baton Rouge
penso al sedile posteriore di una macchina
i finestrini sono appannati, bagnati come noi
quando la polizia ci chiede i documenti.

Così indifesi
così indifesi
Ooohhh, ooohhh, così indifesi
ooohhh, così indifesi
Ooohhh, così indifesi
così indifesi

Be’ una volta avevo una macchina
l’ho persa in un divorzio
il giudice era una donna, naturalmente
disse: “dalle la macchina
la casa e il tuo gusto
altrimenti fisso la data del processo”
Così ora quando penso a te Baton Rouge
e alle bellezze del profondo sud
con il loro tocco
mi chiedo dove finisce l’amore
e l’odio comincia a bruciare
nei campi, negli stagni, nella corsa

Nelle ragnatele di terracotta della tua mente
quando hai cominciato
a vedermi come un ragno che tesse la tela
di intenti maliziosi e tu la poverina, povero me
vicino al fuoco del bar
questo cumulo sterrato e distrutto
nella camera da letto nella casa
dove ci siamo separati

Così indifesi, così indifesi
così indifesi
così indifesi, così indifesi
così indifesi

Quando sono stato il rude nel tuo cuore
mettendo freni alle tue partenze?
mi hai schiaffeggiato e pianto e urlato
ecco a cosa si era ridotto il matrimonio
la fine più triste per un sogno

Volevi figli ed io no
era questa la questione?
avresti potuto farti una risata
sentendomi gridare
avresti potuto farti una risata
sentendomi gridare io vorrei averlo fatto

Così indifesi, così indifesi
così indifesi
così indifesi, così indifesi
così indifesi

A volte quando penso al Baton Rouge
mi immagino noi due
con due mocciosi e mezzo
una figlia e mezzo tutta rossa
già pronta a sposarsi
e due nipoti grassi che a stento riesco a portare
Papà, zio, la famiglia
tutta raccolta per il ringraziamento
un hot dog dentro un barbecue vola per aria

il sogno si dissolve al mattino
lasciando un gusto amaro
e ritorno nella grande città distrutta
dalla competizione che spreco
Perciò grazie mille per la cartolina
di annuncio del bambino in arrivo
e devo dire che tu e Sam siete meravigliosi insieme
tua figlia abbaglia in quel vestito bianco
da matrimonio portato con orgoglio
è triste ammettere che non avrei mai potuto darti
tutto questo, quel grande sorriso

Così provo a non pensare al Baton Rouge
o ad una, ad una, ad una band di Mariachi
o ai sedici anni
e ad un campo da football dall’ erba verde
e alla ragazza
alla ragazza che non ho mai avuto
Così indifesi, così indifesi
così indifesi
così indifesi, così indifesi
così indifesi

 

1 è una città degli Stati Uniti, capitale della Louisiana e seconda città per importanza della Louisiana dopo New Orleans.

Commenti

commenti

Un commento

  1. STUPENDO PEZZO DI LOU REED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *