A Dream | Testo e Traduzione

A DREAM

 

It was a very cold clear fall night
I had a terrible dream
Billy Name and Brigid were playing
under my staircase on the second floor
about two o’clock in the morning.
I woke up
because Amos and Archie
had started barking
That made me very angry
because I wasn’t feeling well
and I told them
I was very cross the real me
that they just better remember
what happened to Sam the bad cat
that was left at home
and got sick
and went to pussy heaven
It was a very cold clear fall night
Some snowflakes were falling
Gee, it was so beautiful
and so I went to get my camera
to take some pictures
And then I was taking the pictures
but the exposure thing wasn’t right
and I was going to call Fred or Gerry
to find out how to get it set
but, oh, it was too late
and then I remembered they were still
probably at dinner
and anyway I felt really bad
and didn’t want to talk to anybody
But the snowflakes were so beautiful
and real looking
and I really wanted to hold them
And that’s when I heard the voices
from down the hall near the stairs
So I got a flashlight
and I was scared
and I went out into the hallway
There’s been all kinds of trouble
lately in the neighborhood
and someone’s got to bring home the bacon
and anyway there were Brigid and Billy playing
And under the staircase
was a little meadow sort
of like the park at 23rd street
where all the young kids go and play frisbee
Gee, that must be fun
maybe we should do an article
on that in the magazine
but they’ll just tell me
I’m stupid and it won’t sell
But I’ll hold my ground this time, I mean
it’s my magazine, isn’t it?
So I was thinking that as the snowflakes fell
and I heard these voices having so much fun
Gee, it would be so great to have some fun
So I called Billy but either he didn’t hear me
or he didn’t want to answer
which was so strange because
even if I don’t like reunions
I’ve always loved Billy
I’m so glad he’s working
I mean it’s different than Ondine
He keeps touring with those movies
and he doesn’t even pay us and the film
I mean the film’s just going
to disintegrate and then what
I mean he’s so normal
off of drugs
I just don’t get it
And then I saw John Cale
he’s been looking really great
He’s been coming by the office
to exercise with me
Ronnie said I have a muscle
but he’s been really mean
since he went to AA
I mean what does it mean
when you give up drinking
and then you’re still so mean
He says I’m being lazy but I’m not
I’m just can’t find any ideas
I mean I’m just not
let’s face it
going to get any ideas up at the office
And seeing John
made me think of the Velvets
and I had been thinking about them
when I was on St. Marks Place
going to that new gallery
those sweet new kids have opened
but they thought I was old
and then I saw the old DOM
the old club where we did our first shows
It was so great
I don’t understand about
that Velvet’s first album
I mean I did the cover
I was the producer
and I always see it repackaged
and I’ve never gotten a penny from it
How could that be
I should call Henry
But it was good seeing John
I did a cover for him
but I did in black and white
and he change it to color
It would have been worth more
if he’d left it my way
but you can never tell
anybody anything I’ve leaned that
I tried calling again to Billy and John
but they wouldn’t recognize me
it was like I wasn’t there
Why won’t they let me in
And then I saw Lou
I’m so mad at him
Lou Reed got married and didn’t invite me
I mean is it because he thought
I’d bring too many people
I don’t get it
He could have at least called
I mean
he’s doing so great
Why doesn’t he call me?
I saw him at the MTV show
and he was one row away
and he didn’t even say hello
I don’t get it
You know I hate Lou, I really do
He won’t even hire us for his videos
And I was so proud of him
I was so scared today
There was blood leaking thought my shirt
from those old scars
from being shot
And the corset I wear
to keep my insides in was hurting
And I did three sets of fifteen pushups
and four sets of ten situps
But then my insides hurt
and I saw drops of blood on my shirt
and I remember
the doctors saying I was dead
And then later they had
to take blood out of my hand
‘couse they’d run out or veins
but then all this thinking
was making me an old grouch
and you can’t do anything anyway so
if they wouldn’t let me play with them
in my own dream
I was just going to have to make another
and another
and another
Gee, wouldn’t it just be funny
if I died in this dream
before I could make another one up
And nobody called
And nobody came

UN SOGNO

 

Era una notte autunnale fredda e limpida
Feci un sogno terribile
Billy Name e Brigid giocavano
nel sottoscala al secondo piano
verso le due del mattino.
Mi svegliai
perché Amos e Archie
avevano iniziato ad abbaiare
La cosa mi fece arrabbiare
perché non mi sentivo bene
e glielo avevo pure detto.
Ero davvero fuori di me
e avrebbero fatto meglio a ricordarsi
cos’era successo a Sam il Gatto Cattivo
che era stato abbandonato a casa
e si era ammalato
ed era volato nel paradiso dei gatti.
Era una notte autunnale fredda e limpida.
Cadevano alcuni fiocchi di neve.
Oh, era talmente bello
che andai a prendere la mia macchina
per fare qualche foto
e poi stavo scattando le foto
ma l’esposimetro non funzionava
e stavo per andare a chiamare Fred e Gerry
per capire come aggiustarlo
ma, ehi, era tardi
e poi mi ricordai che probabilmente erano ancora
fuori a cena
e in tutti i casi mi sentivo davvero male
e non avevo voglia di parlare con nessuno.
Ma i fiocchi di neve erano così belli
e veri
e avrei voluto davvero afferrarli.
E fu a quel punto che sentii le voci
provenienti dall’androne vicino alle scale.
Afferrai una torcia
e avevo davvero paura
e mi incamminai lungo il corridoio.
C’era stato ogni genere di casino
ultimamente nel quartiere
e qualcuno doveva pur portare a casa il pane
e in tutti i casi c’erano Brigid e Billy che giocavano.
E nel sottoscala
c’era un prato come quello
del parco della Ventitreesima Strada
dove i ragazzini vanno a giocare a frisbee.
Quanto dev’essere divertente
forse dovremmo tirarne fuori
un pezzo per il giornale
ma loro diranno sicuramente
che sono uno stupido e che non venderà
Ma stavolta terrò duro, voglio dire
non è forse mio il giornale?
A quello stavo pensando mentre cadevano i fiocchi
e io sentivo quelle voci divertite.
Come sarebbe stato bello divertirsi un po’.
Così chiamai Billy ma lui non mi sentì
o non aveva voglia di rispondermi
il che era davvero strano perché
anche se non mi piacciono le rimpatriate
ho sempre voluto bene a Billy
Sono così contento che abbia un lavoro.
Penso sia ben diverso da Ondine.
Lui ha cominciato ad andare in giro con quei film
senza neanche pagare noi e la pellicola,
voglio dire che il film finirà
per andare distrutto, dopodiché?
Voglio dire che è così normale
quando sta lontano dalle droghe.
Proprio non riesco a capire.
E a quel punto vidi John Cale.
E sembrava davvero in forma.
Stava venendo in ufficio
per esercitarsi insieme a me.
Ronnìe diceva che sono un duro
ma da quando è entrato negli Alcolisti Anonimi
è diventato davvero cattivo.
Voglio dire, a che serve
smettere di bere
se poi rimani così cattivo?
Dice che sono pigro ma non è vero,
è che non mi viene neanche un ‘idea.
Intendo dire che non mi va,
guardiamo le cose in faccia,
non mi va di portare nessuna idea su in ufficio.
E poi vedere John Cale
mi fece venire in mente i Velvet
e ci avevo pensato
mentre passavo in St. Marks Place
diretto verso quella nuova galleria
aperta da quei bravi ragazzi
che però pensavano che io fossi vecchio
e poi vidi il vecchio Don,
il locale dove presentammo i nostri primi spettacoli.
Fu grande.
E non capisco la storia
di quel primo album dei Velvet.
Intendo dire che ho fatto la copertina
e sono stato il produttore
e ho continuato a vederlo ristampato
ma non ho mai visto un soldo.
Come è possibile?
Dovrei chiamare Henry.
Ma è stato bello vedere John,
ho fatto una copertina per lui,
ma era in bianco e nero
e lui l’ha fatta diventare a colori.
Sarebbe stato meglio se l’avesse lasciata
come l’avevo fatta io:
ma ho imparato che non si può mai dire
niente a nessuno.
Tentai di nuovo di chiamare Billy e John
ma non mi riconobbero
era proprio come se non esistessi.
Perché non mi lasciavano entrare?
E a quel punto vidi Lou.
Sono davvero arrabbiato con lui.
Lou Reed si è sposato e non mi ha invitato.
Credo sia perché pensava
mi sarei portato dietro troppa gente.
Non capisco.
Almeno avrebbe potuto chiamare.
Voglio dire
le cose gli stanno andando così bene.
Perché non mi chiama?
L’ho visto allo spettacolo di MTV
ed era solo a una fila da me
e non mi ha detto nemmeno ciao.
Non capisco.
Odio davvero Lou, sul serio.
Non ci ha nemmeno fatto lavorare nei suoi video.
Ed ero così fiero di lui.
Ero così spaventato oggi.
Ho avuto delle perdite di sangue sulla camicia
da quelle vecchie ferite
di quando mi hanno sparato.
E il corsetto che indosso per contenere
le mie interiora mi faceva male.
E ho fatto tre serie di quindici flessioni
e quattro serie di dieci addominali.
Ma la pancia mi faceva male
e ho visto gocce di sangue sulla camicia
e mi sono ricordato
dottori che dicevano che ero morto.
E poi più tardi hanno dovuto
prelevarmi il sangue dalla mano
perché non riuscivano più a prendermi le vene
ma poi tutti questi pensieri mi stavano
trasformando in un vecchio lamentoso
e in tutti i casi non puoi farci nulla così
se non mi avessero fatto giocare con loro
nel mio sogno
io ne avrei dovuto fare un altro
e un altro
e un altro.
Oh, come sarebbe divertente
se io morissi in questo sogno
prima di potermene inventare un altro.
E nessuno ha chiamato.
E nessuno è venuto

.

Condividi la conoscenza:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *