VU (1985)

Data di uscita: Febbraio 1985
Registrato: 1968–1969, New York
Prodotto da: Velvet Underground, Bill Levenson

Questo “VU“, pubblicato nel 1985, potrebbe benissimo essere considerato un altro album ufficiale dei Velvet Underground: dopo aver pubblicato due album con la Verve Records, la band era passata alla MGM Records firmando un contratto per due album e pubblicarono il loro terzo disco omonimo nel marzo del 1969.  Mentre la band lavorava al quarto album per la MGM, l’etichetta subì uno stravolgimento interno per poter risollevare le sorti economiche della casa discografica: tutti gli artisti più controversi e non commerciali dovevano essere eliminati, e i Velvet Underground ovviamente furono tra i primi ai quali fu rescisso il contratto.

I circa 14 brani già incisi erano ovviamente proprietà della MGM Records, e rimasero negli archivi, dimenticati, fino all’inizio degli anni ’80; quando la Verve si stava preparando a ristampare i primi tre dischi dei Velvet su vinile e CD, i tecnici trovarono diciannove tracce inedite della band: cinque del periodo con Cale e quattordici registrate per l’album “perduto” del 1969. I brani migliori delle diciannove tracce vennero pubblicati nel 1985 sul disco VU; le restanti furono pubblicate su una seconda compilation intitolata “Another View” nel 1986.

“VU” è quindi considerato e chiamato, a ragione, il “quarto album” perduto della MGM e, a tutti gli effetti, un quinto album di inediti dei Velvet Underground.

  • TRACKLIST
  • MUSICISTI
  • CREDITI
  • CURIOSITA’
Lato A :

1. I Can’t Stand It – 3:21 (20 Maggio 1969)
2. Stephanie Says – 2:49 (13 Febbraio 1969)
3. She’s My Best Friend – 2:47 (14 Maggio 1969)
4. Lisa Says – 2:53 (1 Ottobre 1969)
5. Ocean – 5:10 (19 Giugno 1969) 

Lato B :

6. Foggy Notion – 6:41 (6 Maggio 1969)
7. Temptation Inside Your Heart – 2:30 (14 Febbraio 1969)
8. One of These Days – 3:50 (23 Settembre 1969)
9. Andy’s Chest – 2:49 (13 Maggio 1969)
10. I’m Sticking with You – 2:26 (13 Maggio 1969)

Durata: 35:16

Lou Reed (Voce, chitarra)
Doug Yule (Basso, tastiere, cori, chitarra solista in “One Of These Days”, voce su “She’s My best Friend”)
Sterling Morrison (Chitarra, cori)
Maureen Tucker (Batteria, voce su “I’m Sticking With You”)
John Cale (Viola, basso, celesta, cori in “Stephanie Says e Temptation Inside Your Heart”)

Michael Barbiero (Tecnico del suono)
Bill Levenson (Produzione)
Larry Kazal (Design di copertina)
Tobi Seftel (Fotografia di copertina)
Nat Finkelstein (Fotografia sul retro)
Bill Levenson (Note di copertina)
Kurt Loder (Note di copertina)

Dimenticate per quasi 15 anni, Lou Reed riutilizzo comunque 6 di queste canzoni ri-registrandole e rielaborandole: I Can’t Stand It , Lisa Says e Ocean su “Lou Reed“, 1972; Andy’s Chest su “Transformer”, 1972; Stephanie Says (diventata Caroline Says II) su “Berlin”, 1973; e She’s My Best Friend su “Coney Island Baby”, 1976.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *